Santuario della Madonna della Neve

Santuario della Madonna della Neve

Raggiungibile a piedi dalla Chiesa Parrocchiale di Bannio attraverso un piacevole percorso immerso in una splendida pineta e punteggiato dalle cappelle della Via Crucis, il piccolo Santuario della Madonna della Neve, eretto tra il 1618 e il 1622, è profondamente legato all'attività della Milizia Tradizionale di Bannio, milizia di terra nata con scopi difensivi e militari, la cui festa si celebra il 5 agosto.

Dedicato al culto mariano ed espressione della devozione dei banniesi alla Madonna, il Santuario fu edificato in quattro anni su una preesistente cappella del 1372, già dedicata alla Madonna della Neve, e fu inaugurato il 5 agosto del 1622. L’edificio è affiancato lungo il lato sud da un campanile del XVI secolo.

All'interno il luogo di culto custodisce numerosi ex-voto, a testimonianza delle grazie ricevute dai fedeli, oltre a notevoli affreschi che raccontano gli episodi della Madonna cui è dedicato il santuario di Bannio.

Il 5 agosto di ogni anno Bannio celebra la festa votiva della Beata Vergine Maria della Neve e la festa storica della propria Milizia Tradizionale con un ricco programma: la Guardia d’Onore del Santuario della Madonna della Neve percorre a cavallo il paese, indossando la divisa della Plurisecolare Milizia Tradizionale: il picchetto d’onore e le scariche dei fucili a salve sono il momento clou della sfilata.

La festa è certamente uno dei momenti tradizionali e folcloristici più conosciuti dell'intera valle, in cui i sessanta uomini di truppa, agli ordini di un colonnello e di otto ufficiali, ripetono ancora oggi i riti di un'antica e affascinante tradizione. Palpabile è l'attesa per le celebrazioni che nel 2022 coinvolgeranno il Santuario e la Milizia di Bannio per festeggiare i quattrocento anni della loro fondazione